Sauvignon

Di spiccate componenti aromatiche, molto caratteristiche, il Sauvignon di Branko si presta a piacevoli analogie organolettiche, che richiamano la mentuccia, la salvia e il rosmarino, il fiore di sambuco e danno una sensazione coinvolgente che induce ad appagamenti olfattivi. Sono aromi genetici, in cui Igor non ha ritenuto opportuno far compenetrare i seppur eleganti sentori di tostatura da affinamento in barrique, pratica esclusa per questa tipologia. Struttura e sapidità sono in perfetto equilibrio.